I bambini a tavola




I bambini non amano stare a tavola con i grandi: questo è evidente soprattutto nelle occasioni "importanti", dove i pasti sono interminabili e i discorsi sempre gli stessi. È comprensibile: stare a tavola tanto tempo è una cosa contraria alla loro natura, al loro modo di pensare, che è diverso da quello degli adulti. I bambini sono veloci, stare a tavola non fa per loro!

Perciò, non preoccupiamoci troppo se non vogliono stare a tavola: è uno spazio costruito per gli adulti, non per i bambini. L'importante è che si nutrano bene, non che siano "bravi ometti" in tenera età. Cerchiamo insomma una via di mezzo tra le loro esigenze e le nostre e non costringiamoli a inutili torture.


Le discussioni allontanano i bambini dalla tavola

Il momento del pasto è uno dei pochi nell'arco della giornata in cui la famiglia si riunisce e per questo è facile che le tensioni nate dalle incombenze quotidiane vengano fuori proprio in questa circostanza.Ma i bambini vivono nel presente, non sopportano i bilanci di quello che è successo nella giornata, si spazientiscono e preferiscono rifugiarsi in uno spazio tutto loro. Una buona regola è dunque evitare il più possibile i litigi durante il pasto e, se si vuole che i bambini restino a tavola almeno il tempo necessario per alimentarsi, non soffermiamo tutta la conversazione su fatti del passato, ma arricchiamola di racconti e novità che possano attrarli. Staccarsi un po' dai soliti discorsi farà bene anche ai genitori e alleggerirà l'atmosfera.


Attenzione alla qualità dei cibi

Una cosa su cui è bene insistere è la qu